Caffè freddo shakerato: la ricetta per un drink fresco e rinfrescante

L’espresso è un’autentica istituzione italiana, il rituale quotidiano che ogni mattina ci dà il buongiorno con il suo aroma intenso e fumante. Ma, quando l’estate porta con sé il caldo opprimente, anche i più fedeli amanti del caffè si trovano a desiderare qualcosa di più fresco e rinfrescante. 

Ecco perché il caffè shakerato è diventato un’alternativa deliziosa e originale, capace di mantenere intatto il gusto intenso del caffè anche a temperature più basse. Questa gustosa variante del caffè espresso è composta da caffè, ghiaccio e zucchero liquido, ma la vera sorpresa arriva dopo aver shakerato energicamente gli ingredienti: la schiuma spumosa e compatta che si crea in superficie è semplicemente irresistibile!

Quindi, se vuoi goderti un momento di freschezza senza rinunciare al gusto del caffè, scopri con noi la ricetta per preparare il caffè shakerato perfetto.

Come preparare il caffè freddo shakerato

Caffè, zucchero e ghiaccio bastano per realizzare questa crema vellutata, oltre all’immancabile shaker, da tenere in freezer fino al momento dell’uso. Vediamo le dosi per 2 persone

  • 50 ml di caffè (all’incirca due tazzine);
  • 10 ml di zucchero grezzo o di canna, meglio ancora se zucchero liquido;
  • 8-10 cubetti di ghiaccio.

Per prima cosa, si comincia facendo raffreddare sia lo shaker che le tazzine in cui serviremo il caffè shakerato in frigo, o in alternativa in freezer se abbiamo poco tempo a disposizione. Nel frattempo, prepariamo due espressi

Mentre raffreddano, mettiamo i cubetti di ghiaccio all’interno dello shaker, insieme allo zucchero e al caffè, facendo attenzione che quest’ultimo non sia caldo per evitare di sciogliere il ghiaccio. La giusta temperatura del caffè è fondamentale per ottenere una bevanda schiumosa e compatta.

Una volta inseriti tutti gli ingredienti nello shaker, chiudiamolo e agitiamolo energicamente per circa 15 secondi. A questo punto siamo pronti per gustare il nostro caffè freddo shakerato! Prima di servirlo, posiziona sulla coppa dello shaker lo strainer, per evitare che il ghiaccio possa finire nelle tazzine. In alternativa, puoi semplicemente aiutarti con un cucchiaio. 

Di solito il caffè shakerato viene servito in una coppa da Martini, ma se nel caso in cui non fosse possibile, si può versare in un bicchiere a stelo lungo (come quelli utilizzati per le coppe da Champagne), a patto che sia sufficientemente freddo!

Per godere appieno del delizioso aroma e della schiuma cremosa tipica del caffè shakerato, si consiglia di consumarlo appena fatto. Una delizia da gustare quando l’afa estiva si fa sentire, o semplicemente come dolce chiusura a fine pasto, magari accompagnata da qualche gustoso biscotto.

Caffè shakerato: le varianti più golose da provare

Il caffè shakerato è una bevanda estiva perfetta per rinfrescarsi e sperimentare varianti golose e personalizzate.

Per chi preferisce sapori dolci, è possibile aggiungere un cucchiaio di estratto di vaniglia e spolverare con della cannella prima di servire il drink. Chi ama invece sapori amari e intensi, può sostituire la cannella con del cacao amaro in polvere o dei chicchi di caffè adagiati sulla superficie del caffè shakerato. 

È possibile eliminare lo zucchero dalla preparazione, ma si rischia di perdere la densa schiuma che caratterizza questa bevanda. Una variante più leggera prevede di sostituire lo zucchero con della stevia liquida, anche se il suo sapore particolare non piace a tutti.

Il caffè shakerato può anche essere trasformato in un cocktail alcolico, perfetto da sorseggiare nelle giornate più calde. Aggiungere qualche goccia di liquore nello shaker è sufficiente per creare un drink personalizzato. L’Amaretto Disaronno o la Sambuca donano un gusto dolce e aromatico, mentre il whiskey è perfetto per chi preferisce un drink secco e deciso.

Ottotips: l’artigiano del caffè consiglia…

Per ottenere la densa schiuma che ricopre il caffè shakerato, è fondamentale utilizzare zucchero liquido nella preparazione. Per farlo in casa, è sufficiente mescolare bene un cucchiaino di zucchero con un cucchiaino di acqua bollente e lasciar raffreddare prima dell’utilizzo. Inoltre, per evitare che il caffè shakerato risulti acquoso e perda il suo aroma intenso, ti consigliamo di utilizzare del caffè molto ristretto nella preparazione.

Condividi questo articolo:

Facebook
LinkedIn
Twitter
Pinterest
Email
WhatsApp

Continua a leggere